Scuola

Maurolico e La Farina
Occupazione a Messina
Ecco le immagini

Come in buona parte d'Italia anche a Messina occupazione in alcune scuole superiori. Primi ad adottare questa forma di contestazione gli studenti dei licei classici. Guarda la foto gallery di A. Villari - Domani la Gazzetta del Sud dedicherà una pagina a questo argomento.

Sono iniziate le occupazioni del Maurolico e del La Farina: in entrambi gli storici istituti, gli studenti sono arrivati a fermare le lezioni attraverso sondaggi, consultazioni e votazioni. Dei 421 allievi del Classico di via Oratorio della Pace circa il 60 per cento, tra i presenti in assemblea, si sono pronunciati a favore dell’occupazione con tanto di firma, gli altri si sono perlopiù astenuti. Nel Liceo di corso Cavour, invece, laddove la popolazione è di 740 ragazzi, la netta maggioranza (450) dei votanti è stata a favore del blocco totale, pochi per l’autogestione, una parte non indifferente (150) per “nessuna forma di protesta”. Comunque, l’occupazione e il suo corredo, quello che unisce ragazzi motivati e ragazzi “al seguito”, è decollata in un clima per ora tranquillo. Presidi, vicepresidi, consigli d’istituto, con i genitori in primo piano sul fronte delle preoccupazioni: tutti o quasi hanno abbozzato. Combattuti tra la propensione a comprendere e condividere le ragioni della protesta, e l’inquietudine rispetto a un rischio: perdere da qui a Natale talmente tanti giorni di scuola da danneggiare programmi fondamentali proprio per l’invocato diritto allo studio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400