Protesta

Messina, in corteo
anche i cani randagi

Insolito corteo di cani randagi tra Piazza Cairoli e il Municipio. E’ stato organizzato dalla sezione di Messina della lega nazionale difesa del cane. Il comune non corrisponde da alcuni mesi al canile "Millemusi" i fondi per acquistare cibo e farmaci.

Sono 400 i cani randagi ospiti del canile Mille Musi a Castanea, la sezione di Messina della lega nazionale difesa del cane non ce la fa più a sostenerli. Da mesi mancano i soldi per comprare cibo e farmaci, e se palazzo Zanca  non provvederà - visto che questi sono cani che appartengono al Comune di Messina- il rischio di trovarli per le strade, insieme con gli altri 7000 randagi che vagano per le vie, è concreto. Questa mattina, fra la curiosità di tanti passanti, si sono ritrovati in piazza Cairoli da dove è partito il loro corteo. A radunarsi piccoli bastardini ma anche cani di grossa taglia, in molti portavano al collo un cartello per rappresentare  le difficoltà che vive il canile di Castanea. La sezione di Messina della lega nazionale per la difesa del cane ha già inviato due lettere al Commissario del Comune Croce per sollecitare un incontro, un’altra l’ha recapitata al prefetto. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi