Attentati a Parigi

Anche Reggio e Locri "solidali" con i francesi

Anche Reggio Calabria e Locri hanno voluto esprimere tutta la loro solidarietà ai francesi poche ore dopo la immane tragedia che ha colpito Parigi.

Il Castello Aragonese di Reggio Calabria questa sera è stato "vestito" con i colori della bandiera francese in segno di vicinanza dopo le stragi di ieri. L'iniziativa è stata voluta dall'amministrazione comunale di Reggio. Anche la Provincia di Reggio ha illuminato di bianco, rosso e blu la propria sede di Palazzo Alvaro, nel centro della città. Domani pomeriggio alle 18,30, invece, su iniziativa di Cgil, Cisl e Uil, assieme a Libera e Arci si svolgerà un sit-in davanti al Teatro Cilea. Stamane infine prima della rappresentazione per le scuole del musical "I promessi sposi" in scena fino a stasera al PalaCalafiore, il cast ha intonato il Padre Nostro seguito da un minuto di silenzio in omaggio alle vittime delle stragi di Parigi.

A Locri la facciata del Palazzo Municipale è stata illuminata con i colori della bandiera francese. Il vescovo della diocesi di Locri-Gerace, monsignor Oliva ha rivolto, insieme al primo cittadino di Locri, all’amministrazione comunale e ad una moltitudine di cittadini una preghiera per le vittime dell'attentato a di Parigi. “Nessun Dio ha causato la guerra, ma solo la cupidigia e la sete di potere degli uomini" ha sottolineato il presule.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi