Catanzaro

Scuola, flash mob in piazza Prefettura contro la riforma

All'iniziativa hanno partecipato docenti, studenti, sindacalisti e politici catanzaresi

Flash mob ieri sera a piazza Matteotti contro il Ddl 1934, meglio conosciuto come “buona scuola”. La manifestazione si inquadra in un’iniziativa nazionale che ha visto coinvolte ieri molte piazze d’Italia che si sono coordinate attraverso il web: Illuminiamo l’Italia- no Ddl. Docenti, studenti, sindacalisti  e politici catanzaresi si sono dati appuntamento ieri nei pressi del monumento ai Caduti, dove, dopo una comune riflessione, che ha prodotto dei pensieri incisi col gesso su lavagne di cartoncino nero,  consapevoli che il destino della scuola della Repubblica è nelle loro mani, hanno simbolicamente posato presso il monumento. Successivamente, muniti di torce,  i manifestanti si sono diretti presso la fontana del Cavatore e hanno espresso ad alta voce la loro libera opinione su questo atto  di un governo che appare ogni giorno più lontano dai lavoratori e dai cittadini, sempre più distante dai valori della Costituzione. Ciascuno ha formulato liberamente  il suo dissenso in base al proprio modo di sentire questo Ddl come un atto di autoritarismo, che, ben lungi dal migliorare la scuola italiana, la asserve piuttosto a logiche di potere e di interesse, precarizzandola, destabilizzandola e favorendo in tutto il Paese fenomeni di disuguaglianza e di corruzione. Ultima posa del corteo presso l’Isitituto tecnico industiale statale  “Scalfaro”, dove i manifestanti  hanno simbolicamente appeso ai cancelli le lavagne di cartone con incisi i loro pensieri rischiarati dalle fiaccole, perché facciano luce sulla via che conduce all’immediato  ritiro di quello che ormai tutti considerano un documento  anti-costituzionale inemendabile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi