Cropani

I baschi verdi sequestrano oltre 400 piante di canapa indiana

Il valore degli arbusti una volta tagliati e trasformati in hashish o marijuana supera il milione di euro

I baschi verdi della Guardia di Finanza della Compagnia di Catanzaro hanno individuato una piantagione di canapa indiana (più comunemente nota come marijuana), situata lungo gli argini di un torrente nel territorio del comune di Cropani. La piantagione, chiaramente opera di criminali particolarmente esperti nel settore della coltivazione e traffico delle sostanze stupefacenti, era situata in fondo a un canalone scavato dal torrente, posto scelto con particolare cura al fine di poter garantire il verificarsi delle  migliori condizioni necessarie allo svolgimento di questa coltura illegale: occultamento, copiosa presenza d’acqua, esposizione al sole, facile controllabilità del luogo dall’alto. Che la piantagione in parola fosse opera di mani esperte veniva confermato non solo dalla scelta oculata del luogo, ma anche dalla presenza di un articolato e complesso sistema d’irrigazione nonché di un accurato sistema di sorveglianza semplice quanto efficace: infatti lungo l’unica via d’accesso erano situate diverse trappole come quelle spesso utilizzate dai cacciatori per segnalare il passaggio di animali di grossa taglia, in questo caso la presenza di eventuali intrusi. A seguito della scoperta, i baschi verdi, unità specializzata della Guardia di Finanza che, oltre ai propri istituzionali compiti di controllo economico del territorio, concorre all’ordine e sicurezza pubblica e alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno effettuato il sequestro di 410 piante di canapa indiana il cui valore, una volta tagliata e trasformata in sostanza stupefacente tipo hashish - marijuana,  sarebbe stato di oltre un milione di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi