Taofilmfest

Dietro le quinte del Festival del cinema

Guarda la foto gallery di Paolo Galletta

                                                                                         

Luci e colori sul palco del Teatro Antico, applausi e partecipazione ai Campus e alle Masterclass al Palacongressi. Continua il viaggio attraverso le foto e gli scatti rubati di questa 61. edizione del Taormina FilmFest. Una folla di giovani ha accolto ieri Primo Reggiani, Matteo Branciamore e Nicolas Vaporidis, impegnati a firmare decine e decine di autografi alla fine di un affollatissimo Campus. Ieri poi è stata la volta del cantante Gigi D’Alessio, intervenuto per presentare il docu-film “Malaterra”, insieme al regista Ambrogio Crespi e Sergio Rubini. Un focus sulla terra dei fuochi, sui danni all’ambiente e soprattutto alla salute della gente che abita quei luoghi devastati dalla Camorra, D’Alessio, ha presentato anche il brano, “Malaterra”, legato al progetto, e i cui proventi andranno a progetti rivolti alla terra dei fuochi. Ancora un cantautore ieri, il messinese Mario Venuti, tra i protagonisti del docu-film “Fuitina” di Salvo Spoto e Vito Trecarichi che, in occasione dei cinquant’anni dalla vicenda di Franca Viola divenuta simbolo dell’emancipazione femminile, hanno voluto raccontare quella vicenda attraverso sguardi e parole. Ieri è stata la volta di Giovanna  Ralli, per lei un premio, a sancire una carriera lunga e costellata di successi. Tanto glamour al Teatro Antico e nei luoghi che ospitano le celebrities del Festival, come il Timeo, famoso albergo taorminese, dove, tra cocktail, interviste e foto di rito, passano le star. Ad aprire, nella magica cornice del Teatro Antico, sempre gremita di pubblico, la serata domenicale presentata come di consueto da Tiziana Rocca, general manager di questa 61. edizione del Taormina FilmFest, una performance di Lola Ponce, l’artista si è esibita, con la sua carica di fascino e sensualità, in un brano in spagnolo per poi ricevere un premio offerto dalla famiglia Chemi di Taormina. Grande entusiasmo poi all’arri vo del cast al completo del film “Torno indietro e cambio vita”, Carlo ed Enrico Vanzina, Raoul Bova, sempre applauditissimo e acclamato dalle fan, Giulia Michelini, Paola Minaccioni, Max Tortora, simpatici ed ironici, hanno poi assistito alla prima del film, che prossimamente uscirà nelle sale italiane. Divertentissimo siparietto poi con protagonista Fabrizio Biggio, orfano di Francesco Mandelli – la coppia de I soliti Idioti –che ha deciso di dichiarare il suo amore alla bella attrice Rosario Dawson. A premiarlo invece Giacomo D’Arrigo, presidente dell’Agenzia Nazionale Giovani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi