Crisi Messinambiente

Mezzi in fila per
un pieno di gasolio
Che spettacolo!

I mezzi per la raccolta dei rifiuti incolonnati prima sul viale Trapani e poi sulla cortina del porto mentre ormeggiava una grossa nave da crociera.

Era nelle previsioni che i mezzi di Messinambiente si sarebbero fermati. Lo stesso commissario liquidatore sabato scorso lo aveva confermato dicendo che il carburante nei serbatoi era appena sufficiente per affrontare il fine settimana. E così è stato. Gli operatori non riusciti ad effettuare il turno dalle 21 alle 4, ma non quello dalle 4 alle 10. Gli autocompattatori già all’alba erano in fila sul torrente Trapani per tentare di rifornirsi di gasolio nella stazione di servizio che ha accettato di concedere credito all’azienda. Ma le pompe qui non sono mai entrate in funzione, l’impianto il lunedì è chiuso per turno. La colonna alle 8.30 circa si è spostata sulla cortina del porto per rifornirsi alla stazione Ip. Qui, nel frattempo, un esponente dell’Ato, aveva fornito le opportune garanzie affinché si provvedesse all’erogazione del carburante. Ancora un intervento per tamponare ma non per risolvere una situazione ormai catastrofica della società.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400