Manuale di sofferenza - 3

Lancette

Lancette

Lei raccontava tutto. Così bene

che lui nelle storie illuminate

dalle parole di lei diventava un altro.

Le lancette capovolgevano l'assoluto

e cambiavano gli autori di ogni racconto

in protagonisti. Il ragazzo evocato

si poneva le stesse domande del vecchio,

dimenticava la dentiera in un angolo

della vita e giocava con un mondo

diverso, un mondo in cui cento anni

trascorsi erano da trascorrere. E lei,

la ragazza della scrittura, accompagnava

il tempo in soffitta e lì lo conservava

come una delicata ragnatela distratta.

Attraverso il ritorno vivevano l'abbandono.

Voci cullate dalle voci della pioggia

che bagna la notte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta del Sud online

Caratteri rimanenti: 400

Le altre notizie

i più letti di oggi